Roberta Ferrigato

biologa nutrizionista

I SERVIZI

Alimentazione in
età scolare e adolescenza
CHIEDI UN APPUNTAMENTO

Una corretta

alimentazione

Una corretta alimentazione in età scolare e nell’adolescenza è di fondamentale importanza per ottenere un buon livello di sviluppo fisico e mentale e per aumentare la possibilità di assicurarsi da adulto una buona salute. Il regime alimentare in questa fascia di età deve essere personalizzato in base al sesso, all’età, al peso, all’attività fisica ed al ritmo di crescita, fattore quest’ultimo che presenta un’ampia variabilità a seconda della predisposizione dei singoli individui e a seconda del periodo che il soggetto sta attraversando.

L’età

evolutiva

L’età evolutiva è una condizione particolarmente delicata, in cui si rischia facilmente di sbagliare per difetto o per eccesso l’apporto di nutrienti.

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente definito l’obesità come un’epidemia globale. In Europa la percentuale di individui sovrappeso e la percentuale di individui obesi raggiungono, rispettivamente, il 40% e il 12%. In Italia si registra il record europeo di bambini/adolescenti in sovrappeso (36%) ed obesi (10-15%). L’obesità infantile oltre a rappresentare un problema immediato rappresenta un forte condizionamento della vita futura: uno studio ha dimostrato che dal 30% al 60% dei bambini obesi è destinato ad esserlo anche in età adulta. L’aumento generale dell’obesità è strettamente collegato poi con l’aumento del rischio di comparsa del diabete mellito di tipo 2 e di malattie cardiovascolari. L’obesità non è solo un problema estetico, che spesso si porta dietro anche gravi problemi psicologici e sociali, ma è un problema di salute!!!

L’aspetto

critico

L’aspetto critico relativo alla prevenzione e alla cura del sovrappeso nei bambini è legato al fatto che parte del risultato non dipende direttamente da loro ma dal contesto sociale in cui sono inseriti:

  • La Famiglia.

    Senza la necessaria collaborazione della famiglia diventa impossibile modificare le abitudini quotidiane di un bambino. Per la prevenzione del sovrappeso infantile è infatti molto importante conoscere a fondo tutta la famiglia in modo che i genitori possano guidare i propri bambini nell’acquisizione di un corretto stile di vita abbinato ad abitudini alimentari sane ed equilibrate.

  • La scuola.

    Oltre alla famiglia è necessario trovare la collaborazione anche nelle istituzioni pubbliche e soprattutto nella scuola dove i bambini passano la maggior parte del loro tempo. Per contrastare la diffusione dell’obesità la scuola può intervenire sia indirettamente con la giusta informazione sullo stile di vita quotidiano e sull’alimentazione in generale sia direttamente con la qualità degli alimenti messi a disposizione dei bambini presso la struttura stessa

  • Le associazioni sportive.

    Un aiuto significativo può avvenire dalle associazioni sportive che promuovono i primi passi dei bambini nel mondo dello sport. È importante che il bambino e la sua famiglia comprendano l’importanza dello sport non solo come gioco e come divertimento ma come un vero e proprio stile di vita.

È evidente

quindi

È evidente quindi che risulta fondamentale lavorare in sinergia per garantire la salute.

 

In questa fascia d’età non vanno poi sottovalutati i rischi di carenze nutrizionali: anche i bambini/ ragazzi che non sono in sovrappeso ma che non mangiano in modo corretto possono andare incontro a problemi nella crescita e nello sviluppo o avere e proprie carenze nutrizionali. Quindi la domanda da fare non è solo “Quanto pesi?” ma anche e soprattutto “Cosa e come mangi?”.

Gli altri servizi

Alimentazione per stare bene e per fare prevenzione.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie ad un‘alimentazione equilibrata.

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione e perdita di peso

Per perdere peso velocemente non serve la bacchetta magica o la pozione miracolosa, basta mangiare meno, a volte molto meno di quanto si consuma, e il gioco è fatto!

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione nell’anziano

Il volume della muscolatura tende a ridursi a partire dai 40 anni, diventando sempre più evidente nella terza età.

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione nello sportivo

L’esercizio fisico e l’attività sportiva sono fondamentali per favorire il pieno sviluppo dell’organismo e per promuovere e mantenere uno stato di salute ottimale sia a breve che a lungo termine.

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione in rosa.

Nella vita della donna si possono individuare diverse fasi tutte con specifiche esigenze nutrizionali che devono essere soddisfatte da una alimentazione corretta e personalizzata.

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione e gravidanza

La qualità dell’alimentazione materna durante la gravidanza è uno dei fattori che può influenzare in maniera significativa la salute della gestante, l’andamento della gravidanza stessa e la salute del bambino che portate in grembo.

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione e fertilità

Sono in crescita le coppie che si trovano ad affrontare problematiche di infertilità. Secondo le ultime stime ISTAT, solo in Italia sono ogni anno tra le 60.000 e le 80.000, circa il 20-25% delle 300.000 nuove unioni.

 

CONTINUA A LEGGERE

Alimentazione in presenza di patologie accertate dal medico

La Nutrizione Clinica è una specialità dell’area sanitaria finalizzata al mantenimento o al raggiungimento di un adeguato stato di nutrizione del paziente attraverso interventi preventivi, diagnostici e terapeutici.

 

CONTINUA A LEGGERE

NEWSLETTER

Non perdere le mie ultime notizie riguardo il mondo della nutrizione, aggiornate ogni volta nella vostra casella email.